CORRELATO: Il mal di gola è un sintomo di COVID-19?

March 6th, 2020 | Uncategorized | No comments

CORRELATO: Il mal di gola è un sintomo di COVID-19?

“Tutti i benefici che derivano dall’apportare cambiamenti positivi mi hanno reso ancora più motivato a continuare il mio sano viaggio”. Vanessa Hudgens Rocks Killer Abs — e siamo ispirati Sa cosa funziona per il suo corpo. Di Claire Gillespie, 21 febbraio 2020 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Nuovo Va singolo nessa Hudgens non ha voglia di guardare indietro con Throwback giovedì; invece si occupa di #thirstythursday. In un video pubblicato su Instagram, la star di Bad Boys For Life mette in mostra muscoli super forti in un reggiseno sportivo e leggings abbinati (dalla sua linea Avia, naturalmente), con i suoi addominali da sei pack che rubano lo spettacolo.

Hudgens ha scritto la didascalia, “Guarda quanto è sudata …. deve essere #THIRSTYth Thursday bahahahahahaha.” Chiaramente, alcuni lavori seriamente duri per mantenere quel nucleo. È stato riferito che Hudgens è un fan di uno studio di allenamento chiamato WundaBar, che ha sedi a New York e in California e offre lezioni di fitness basate su macchine chiamate WundaFormers, che sono simili ai riformatori standard di Pilates. Lo studio afferma che la loro classe “combina la bella biomeccanica e il tradizionale Pilates con movimenti efficienti, flusso eccezionale e un ritmo cardio-intenso per darti tutta l’ustione del corpo che stavi cercando”. CORRELATO: Non volevo apprezzare la lezione di allenamento di $ 40 di Vanessa Hudgens, ma ho fatto — e potrei tornare indietro Il video di Hudgens su Instagram non sembra che sia stato girato in uno studio di WundaBar — pensiamo che fosse dietro le quinte durante un servizio fotografico, ma ha sicuramente un sudore post-allenamento. L’anno scorso, Hudgens ha detto ad Access Hollywood che è sempre pronta a provare cose nuove per mantenersi in forma, ma che i suoi tre punti fondamentali sono SoulCycle, Pilates e yoga. so cosa funziona per me, per il mio corpo “, ha detto.” Ci sono così tanti diversi tipi di fitness là fuori per tutti “, ha aggiunto.” Una cosa risuonerà con te, e t trova un gruppo di amici con cui farlo.

Questa è la mia cosa preferita, riunire le mie amiche e poi andare e fare una lezione insieme. Quindi hai qualcuno che ti ritenga responsabile, che penso sia davvero importante. ” CORRELATI: I 31 migliori esercizi di stomaco per addominali più forti L’ex star del liceo musicale consiglia anche di riflettere sul guardaroba del tuo allenamento. Cambiare la tua maglietta da palestra vecchia non ti darà un pacchetto da sei, ma potrebbe solo aiutarti ad entrare nella zona e spingerti un po ‘di più. “È fantastico quando indossi abiti fitness e ti senti davvero bene prima dell’allenamento”, ha detto Hudgens ad Access Hollywood. “Vai in [it] con sicurezza e una spinta in più nel tuo passo.” CORRELATO: Questi allenamenti in 4 Ab possono aiutarti a fare sesso meglio (sul serio) La mentalità è un altro grande fattore. Qualunque sia il tipo di fitness che ti piace e qualunque siano i tuoi obiettivi (oltre a quegli addominali #thirstythursday), il messaggio di Hudgens è semplice: “Divertiti.

Può essere una cosa divertente. ” Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Healthy Living La verità su vitamina D e integratori di olio di pesce, secondo un enorme nuovo studio I risultati della sperimentazione sulla vitamina D e Omega-3 suggeriscono che gli integratori probabilmente non funzioneranno per proteggerti dal cancro o da gravi problemi cardiaci. Di Sarah Klein, 12 novembre 2018 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Scusa se lo interrompo tu, ma i tuoi fidati integratori di vitamina D e olio di pesce probabilmente non ti impediranno di sviluppare problemi cardiaci o cancro. Questo è secondo un ampio studio molto atteso chiamato VITAL – che sta per Vitamin D e Omega-3 Trial – pubblicato sul New England Journal of Medicine e presentato alle sessioni scientifiche dell’American Heart Association di quest’anno. Data la popolarità di questi integratori, i ricercatori sono stati ansiosi di conoscere i loro veri benefici e non ha un bell’aspetto. Tra circa 26.000 adulti sani seguiti per circa cinque anni, l’integrazione con vitamina D o con olio di pesce non ha ridotto le diagnosi di cancro o eventi cardiovascolari, definiti come ictus, infarti o decessi per malattie cardiache, rispetto all’assunzione di un placebo.

CORRELATI: Più persone assumono vitamina D che mai. Ecco perché ciò potrebbe essere rischioso I partecipanti allo studio – uomini di età pari o superiore a 50 anni e donne di età pari o superiore a 55 anni – hanno assunto 2.000 unità internazionali di vitamina D e 1 grammo al giorno di acidi grassi omega-3. VITAL è considerato il più grande studio sulla vitamina D e l’unico simile all’olio di pesce. Tuttavia, non sono tutte cattive notizie per la vitamina D e l’olio di pesce.

Nelle persone che assumono integratori di vitamina D per almeno due anni, i ricercatori hanno trovato una probabilità inferiore del 25% di morte per cancro. E mentre l’olio di pesce non ha ridotto il tasso di tutti quei gravi problemi cardiaci combinati, sembra ridurre le possibilità di un attacco cardiaco di una persona, in particolare. Tale riduzione è stata ancora più elevata nelle persone che non assumono più pesci nella loro dieta e negli afro-americani. “Se questa scoperta è confermata e replicata, potrebbe indicare un approccio molto promettente per ridurre il rischio coronarico tra gli afro-americani”, l’autore principale JoAnn Manson, MD, DrPH, capo della divisione di medicina preventiva presso il Brigham and Women’s Hospital di Boston , ha affermato in una nota. “Abbiamo in programma di seguire questi partecipanti per i prossimi anni per vedere se questo segnale diventa più forte”. Questi cosiddetti “punti finali secondari” nel mondo scientifico dovranno essere studiati più rigorosamente negli studi specificamente progettati per prendere in giro più dettagli e dovrebbero essere interpretati con “cautela”, secondo un editoriale pubblicato a fianco del nuovo studio. Manson e i suoi co-autori scrivono che hanno in programma di pubblicare più risultati esaminando come gli integratori possono influenzare i disturbi autoimmuni, il diabete, la cognizione e altre condizioni specifiche.

CORRELATO: Assumere abbastanza vitamina D può migliorare il tuo allenamento I ricercatori sottolineano che non ci sono stati eventi avversi gravi nello studio, il che significa che probabilmente non c’è alcun pericolo grave nel continuare a prendere vitamina D o olio di pesce se già lo fai (anche se gli esperti avvertono di non assumere dosi altissime di quasi tutti gli integratori). Ovviamente, la vitamina D è ancora importante per la salute delle ossa, ma tieni presente che ciò che classifica i livelli di vitamina D “adeguati” o “carenti” è ancora oggetto di dibattito e potresti ottenere molto senza integratori. A complicare ulteriormente le cose c’è un altro studio pubblicato anche nel NEJM e presentato alla riunione dell’AHA.

Questo studio, chiamato REDUCE-IT, ha scoperto che le persone che assumevano una dose giornaliera di 4 grammi di un farmaco di prescrizione a base di un derivato di un acido grasso omega-3 hanno beneficiato di un minor rischio di gravi problemi cardiovascolari rispetto alle persone che hanno ricevuto un placebo. Tuttavia, STAT News ha riferito, a causa della preoccupazione che l’olio minerale nella pillola del placebo avrebbe potuto causare problemi cardiaci, il beneficio per la salute del cuore potrebbe non essere così impressionante come sembrava inizialmente. Per quanto riguarda ciò che ti aiuta a ridurre il rischio di problemi cardiaci e cancro, assicurati di seguire una dieta equilibrata e nutriente, fare molti esercizi e mantenere un peso sano.

E se fumi, smettere di fumare può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache e cancro. Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Healthy Living che hai protestato durante la pandemia COVID-19: dovresti auto-mettere in quarantena e fare il test? Protestare è una cosa. Protestare durante una pandemia è un’altra.

Di Korin Miller 04 giugno 2020 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Per mesi, americani h è stato invitato a rimanere a casa per fermare la diffusione di COVID-19. Ma dopo la morte di George Floyd – un uomo di colore di 46 anni ucciso dalla polizia il 25 maggio – divenne presto chiaro che la pandemia all’esterno non poteva impedire ai manifestanti di radunarsi contro generazioni di ingiustizie. La maggior parte dei manifestanti sono consapevoli dei rischi aggiuntivi di ritrovarsi insieme in questo momento – più volte, ci è stato detto che COVID-19 si diffonde attraverso un contatto stretto, da persona a persona – ma i benefici di qualsiasi potenziale cambiamento sociale hanno superato il paura del virus. Tuttavia, leader politici, medici ed esperti di sanità pubblica avvertono che queste proteste potrebbero scatenare un’ondata di casi di coronavirus, aumentando solo i quasi 1,9 milioni di casi e oltre 100.000 morti che gli Stati Uniti hanno già subito. Indipendentemente da ciò, è il tuo diritto americano di protestare e, se decidi di partecipare a manifestazioni organizzate, ci sono modi per proteggerti il ​​più possibile in pubblico, come indossare maschere per il viso, portare disinfettante per le mani e continuare a praticare il social distanza tanto quanto possibile (quando protesti e quando non lo sei).

Ma una volta tornati a casa sfruttando i diritti del Primo Emendamento, ci sono alcune precauzioni extra che puoi prendere, secondo i medici delle malattie infettive, per assicurarti di mantenere te stesso e le persone intorno a te il più sani possibile. CORRELATI: Questi sono gli effetti dei gas lacrimogeni sul corpo umano Prova a metterti in quarantena per due settimane Una volta tornato a casa da una protesta, in particolare un grande raduno per un lungo periodo di tempo in cui non sei stato in grado di praticare l’allontanamento sociale —Si dovrebbe considerare l’auto-quarantena per 14 giorni, il periodo massimo di incubazione per COVID-19. Questa è una raccomandazione ufficiale di vari uffici di sanità pubblica nelle città con grandi proteste: sia il Dipartimento di sanità pubblica di Filadelfia che il Dipartimento di sanità pubblica di Chicago hanno suggerito come tali. Può sembrare un passo estremo – e forse addirittura impossibile, se vuoi protestare più di una volta ogni due settimane – ma il dott.

Adalja afferma che è un passo intelligente da compiere. “Questi sono raduni di massa: le persone urlano, gridano e cantano, il che crea goccioline respiratorie. Quelli possono contenere COVID-19 “, afferma. Molte persone non sono in grado di praticare l’allontanamento sociale durante una protesta e questo dà al virus l’opportunità di diffondersi, afferma. E, alle proteste che diventano violente, l’uso di gas lacrimogeni e spray al pepe può far tossire le persone, producendo ancora più goccioline respiratorie. “Se eri in una protesta e [tu] non eri in grado di distanziarti socialmente, devi pensare a te stesso come potenzialmente esposto”, afferma il dottor Adalja, aggiungendo che lo stesso vale per chiunque partecipi a una riunione di massa in questo momento.

Di conseguenza https://harmoniqhealth.com/it/, dice, “alcuni individui potrebbero aver bisogno di auto-mettere in quarantena per 14 giorni”. Tieni presente, tuttavia, che questo passaggio drastico potrebbe non essere necessario se facessi parte di una protesta più piccola: ad esempio, se tu e un piccolo gruppo organizzato avete condiviso i segni sul lato della strada in una piccola città (ehi, tutto conta !). “Se le persone prendono le distanze dal sociale e indossano una maschera mentre protestano, dovrebbero stare bene”, dice a Health Richard Watkins, M.D., un medico di malattie infettive ad Akron, nell’Ohio, e professore di medicina interna alla Northeast Ohio Medical University. “In caso contrario, dovrebbero auto-mettere in quarantena per due settimane.” CORRELATO: Le proteste contro il blocco rivelano che rimanere a casa è spesso un privilegio razziale Monitorati per i sintomi COVID-19 Sia che tu abbia deciso di auto-quarantena dopo aver protestato, sia che ti senti abbastanza sicuro da non doverlo fare, dovresti essere alla ricerca di sintomi di coronavirus. Questi sintomi di solito si manifestano da due a 14 giorni dopo che sei stato esposto, secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Se inizi a sentire uno dei seguenti sintomi, è meglio chiamare il medico che può istruirti su cosa fare dopo. Febbre o brividi Tosse Mancanza di respiro o difficoltà respiratorie Affaticamento Muscoli o dolori muscolari Mal di testa Nuova perdita di gusto o olfatto Mal di gola Congestione o naso che cola Nausea o vomito Diarrea È anche importante ricordare che solo perché non ti senti male, non significa che non sei contagioso. Anche quelli con COVID-19 possono essere asintomatici e potresti essere contagioso anche prima di iniziare a mostrare i sintomi, se ne sviluppi uno (solo un altro motivo per cui è consigliabile auto-quarantena dopo l’esposizione).

CORRELATO: Il mal di gola è un sintomo di COVID-19? Quello che devi sapere, secondo i medici, considera di essere testato per COVID-19 Secondo un comunicato stampa del Dipartimento di sanità pubblica di Filadelfia, lo stesso che ha suggerito l’auto-quarantena per 14 giorni dopo aver partecipato a una protesta, potresti anche voler considerare di sottoporsi al test per COVID-19 sette giorni dopo l’esposizione.

Μοιραστείτε το

Leave a Comment

Font Resize
Contrast